Ultima modifica: 19 maggio 2019

“Adotta un Bullo” è online

lo spot contro il bullismo realizzato dagli alunni della III C del Liceo Scientifico Lorenzo Mossa è su Youtube.
Il video, interamente realizzato dai ragazzi, fa parte di un progetto più ampio che li ha impegnati per oltre un anno, e che li ha visti protagonisti di lezioni peer to peer che hanno portato nelle classi prime.

CHI STA BENE CON SE STESSO NON HA BISOGNO DI PRENDERSELA CON NESSUNO
Il video vuole trasmettere diversi messaggi, il più importante dei quali va proprio a chi soffre per prepotenze ed angherie. Alle vittime si vuole dire con forza che il problema non sono loro: ognuno ha diritto di essere quello che è. Chi è vittima di bullismo spesso non ne parla con gli adulti perché si colpevolizza,o si convince di essere debole, ma i bulli scelgono le proprie vittime spesso a partire da situazioni occasionali e lo fanno perché vivono un disagio spesso inconfessato.
Adotta un bullo, poi, vuole rivolgersi a chi mette in atto azioni ripetute contro i propri pari, che siano fisiche o psicologiche, a volte pensando di fare semplicemente degli scherzi innocenti, senza accorgersi di generare sofferenza.
Ma il messaggio più forte è rivolto a chi, inconsapevolmente, alimenta queste dinamiche: gli spettatori, i compagni di classe che vedono ma fanno finta di nulla, che comprendono quanto sia sbagliato ma non intervengono, magari perché temono di subire ripicche, o che, peggio, ridacchiano. Sono loro ad alimentare questi processi, a far sì che il bullo si senta forte, temuto, simpatico e la vittima, invece, isolata e abbandonata. E quindi è a loro che si chiede di Adottare il bullo, di guardarlo per ciò che veramente è: una persona che non sta bene con se stessa e per questo ha bisogno di prendersela con qualcuno.